Iraq, attacchi a nord di Baghdad: almeno 3 morti e 16 feriti

Baghdad (Iraq), 30 apr. (LaPresse/AP) - In Iraq almeno tre persone sono morte e altre 16 sono rimaste ferite nel corso di attacchi avvenuti a nord di Baghdad, nel giorno in cui tengono le elezioni a livello nazionale per il rinnovo del Parlamento. A Beiji un poliziotto si è scagliato contro un attentatore suicida per proteggere le persone dall'impatto dell'esplosione, avvenuta vicino a un seggio elettorale. Il poliziotto è rimasto ucciso dalla detonazione e 11 persone sono state ferite, secondo quanto riferito da agenti a condizione di anonimato perché non autorizzati a rilasciare informazioni. La polizia ha anche colpito e ucciso una persona che voleva lasciarsi esplodere prima che riuscisse nel suo intento vicino a un seggio nella città di Mossul. Nel Paese sono in corso le elezioni parlamentari e sono state dispiegate ingenti misure di sicurezza.

Ieri l'esplosione di bombe in un mercato all'aperto a nordest di Baghdad e altri attacchi hanno ucciso 24 persone. L'ultimo attentato legato alle elezioni si è registrato venerdì scorso, quando una serie di bombe ha ucciso almeno 33 persone durante un raduno elettorale del gruppo militante sciita Asaib Ahl al-Haq. Lo Stato islamico dell'Iraq ha rivendicato la responsabilità dell'accaduto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata