Iraq, appello di Rohani: Stop agli scontri durante il mese del Ramadan

Teheran (Iran), 22 giu. (LaPresse/AP) - Stop agli scontri in Iraq, almeno durante il mese di Ramadan. A fare questo invito è stato il presidente iraniano Hassan Rohani che è intervenuto a una conferenza religiosa a Teheran. Il mese santo per i musulmani inizia il 1 luglio e durante questo periodo i fedeli digiunano di giorno e in genere la notte festeggiano. E' un periodo sacro perché si crede che Maometto abbia ricevuto in questo mese una rivelazione dall'arcangelo Gabriele.

L'Iran ha costruito stretti legami politici ed economici con l'Iraq a partire dall'invasione guidata dagli Usa nel 2003 che ha rovesciato il governo a guida sunnita di Saddam Hussein. In questo periodo si sta facendo sentire in maniera sempre più pressante la minaccia dei militanti di Isil, che hanno conquistato ampie fasce di territorio siriano e iracheno, premendo verso la capitale Baghdad.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata