Iran, Westerwelle: Europa è contraria a intervento militare

Monaco (Germania), 4 feb. (LaPresse/AP) - L'Europa è determinata a evitare di trovarsi davanti a un Iran dotato di armi nucleari, ma è contraria a un intervento militare. Lo ha detto il ministro degli Esteri tedesco, Guido Westerwelle, intervenendo alla conferenza internazionale sulla sicurezza in corso a Monaco, in Germania. Westerwelle ha affermato di essere "convinto che se l'Iran avesse armi nucleari non sarebbe solo un pericolo per la sicurezza della regione, ma un pericolo per il mondo intero". Tuttavia il ministro tedesco, alla luce delle voci in base alle quali Israele starebbe preparando un attacco militare contro l'Iran, ha sottolineato che l'Europa "mette in guardia da una escalation". L'obiettivo dell'Unione europea, ha detto Westerwelle, è di evitare un conflitto militare. In un discorso tenuto davanti al segretario della Difesa Usa Leon Panetta e al segretario di Stato americano Hillary Clinton, il ministro ha affermato che la recente decisione di estendere le sanzioni contro Teheran rende "molto chiaro che l'Europa non vuole permettere che l'Iran si doti di armi nucleari".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata