Iran, nuova stretta a web: bloccate reti per accesso a siti vietati

Teheran (Iran), 12 mar. (LaPresse/AP) - Le autorità iraniane hanno bloccato diverse reti VPN (virtual private network) con sede all'estero, utilizzate dalla popolazione per avere accesso a siti proibiti, stringendo il controllo sull'uso di internet nel Paese. Lo rende noto il quotidiano indipendente Donya-e Eghtesad che, citando il deputato Ramazan Ali Sobhani, afferma che la commissione parlamentare sulle telecomunicazioni analizzerà il risultato del blocco alle reti, in vigore da mercoledì. Sobhani ha precisato che in alcune parti dell'Iran il blocco impedisce l'accesso anche a servizi email molto popolari come Yahoo e Gmail. Le VPN sono illegali in Iran ma è solo grazie a questo stratagemma che gli utenti possono usare nel Paese siti vietati come quelli dell'opposizione o Facebook.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata