Iran, negoziatore: Lasceremo colloqui se Occidente cercherà di imporsi

Teheran (Iran), 23 feb. (LaPresse/Xinhua) - "Se l'altra parte vuole imporre la propria volontà ai danni dei mezzi diplomatici, non esiteremo a lasciare il tavolo delle trattative". Lo ha detto il capo negoziatore iraniano, Abbas Aragchi, parlando alla tv di Stato Irib a proposito dei colloqui con le potenze mondiali sul programma nucleare di Teheran. "Siamo determinati a proseguire i negoziati con grande volontà, a meno che non sentiamo che i colloqui non stanno proseguendo negli interessi del nostro Paese e della nostra nazione", ha aggiunto.

Ieri sera i rappresentanti dell'Iran e del gruppo 5+1, composto dai cinque Stati membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite (Cina, Francia, Regno Unito, Russia e Stati Uniti) e dalla Germania, si sono incontrati a Ginevra per un nuovo turno di colloqui sul programma nucleare di Teheran, per proseguire gli sforzi diplomatici verso il raggiungimento di un accordo a lungo termine.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata