Iran, morto l'ex presidente Rafsanjani: seguace di Khomeini
Aveva 84 anni: era stato presidente dall'agosto del 1989 al 1997

L'ex presidente iraniano Akbar Hashemi Rafsanjani è morto dopo essere stato ricoverato in ospedale. Lo riporta l'agenzia di stampa iraniana Tasnim, citando come fonte un parente. Rafsanjani, 82 anni, è stato presidente dall'agosto del 1989 al 1997 ed era ancora presidente del cosiddetto Consiglio per discernimento, organismo incaricato di risolvere le dispute fra il Parlamento e il Consiglio dei guardiani della Costituzione.

Secondo quanto riporta l'emittente di Stato Press tv, Rafsanjani è morto per un infarto. La notizia della morte è stata confermata anche dall'agenzia di stampa di Stato Irna. Nato il 25 agosto del 1934, Rafsanjani è stato il quarto presidente della Repubblica islamica; prima di allora, dal 1980, era stato presidente della Assemblea degli esperti, cioè l'organo incaricato di eleggere e rimuovere la Guida suprema dell'Iran.  Seguace e collaboratore dell'ayatollah Khomeini, fu tra i leader della rivoluzione islamica del 1979 con cui fu cacciato l'ultimo scià di Persia, Mohammad Reza Pahlavi. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata