Iran, giornalista Washington Post incriminato dopo oltre 4 mesi carcere

Washington (Usa), 7 dic. (LaPresse/AP) - Il giornalista del Washington Post Jason Rezaian, detenuto in Iran da oltre quattro mesi, è stato incriminato in un tribunale di Teheran. La testata americana ricorda che si tratta della prima incriminazione dal giorno dell'arresto del cittadino americano-iraniano, avvenuto il 22 luglio. Non è chiaro quali siano i capi d'accusa, spiega il Washington Post, mentre l'udienza odierna è durata circa dieci ore. La detenzione di Rezaian nei giorni scorsi era stata prolungata sino a metà gennaio, mentre le indagini proseguivano. La famiglia ha assunto un legale per difendere il giornalista, ma nessun incontro è stato autorizzato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata