Iran, colloqui a Vienna con 5+1 si concentrano su reattore Arak

Vienna (Austria), 19 mar. (LaPresse/AP) - Nuovi colloqui di Iran e gruppo 5+1 sono in corso a Vienna, concentrati sul reattore ad acqua pesante di Arak. Lo fa sapere l'agenzia stampa iraniana Irna. Il 5+1, composto dai Paesi membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite (Cina, Francia, Regno Unito, Russia e Stati Uniti) e dalla Germania, vuole che il reattore, quasi completato, sia spento o convertito in un impianto che produca meno plutonio. Questo materiale può essere infatti usato per la produzione di armi atomiche, traguardo che l'Occidente sospetta essere il vero obiettivo del programma nucleare iraniano. L'Iran afferma di non avere e di non avere mai avuto interesse a dotarsi di armi nucleari. Argomento più intricato dei colloqui è l'arricchimento dell'uranio: Teheran sostiene che la propria attività in tal senso sia mirata esclusivamente a fornire combustibile per i propri reattori e per scopi medici e scientifici, mentre l'Occidente vuole maggiori controlli in proposito.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata