Ingegnere italiano scomparso in Libia, ipotesi rapimento

Roma, 5 lug. (LaPresse) - Un ingegnere italiano che lavora in Libia è scomparso. Libya International Channel, sul suo profilo Facebook, ipotizza il rapimento dell'uomo di nome Marco Vallisa e di due colleghi dell'azienda Piacentini costruzioni: il bosniaco Petar Matic e il macedone Emilio Gafuri. I tre sarebbero stati rapiti a Zuwara, nell'ovest della Libia. Intanto, la Farnesina conferma che un tecnico italiano che lavora in Libia è irreperibile da questa mattina e che la famiglia dell'uomo è stata avvisata e sono stati attivati i canali che si usano in questi casi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata