Indonesia, Subianto denuncia brogli elettorali a Corte costituzionale

Giacarta (Indonesia), 25 lug. (LaPresse/AP) - L'ex generale Prabowo Subianto, sconfitto alle presidenziali dell'Indonesia, ha presentato una denuncia alla Corte costituzionale lamentando diffuse irregolarità alle urne che avrebbero impedito la sua vittoria. Martedì scorso la Commissione elettorale indonesiana aveva dichiarato la vittoria alle presidenziali del governatore di Giacarta, Joko Widodo, con il 53% dei voti. Poco prima dell'esito, Subianto aveva annunciato il ritiro della sua candidatura e denunciato pesanti irregolarità nelle operazioni di conteggio dei voti.

Uno dei legali di Subianto, Muhammad Mahendradatta, ha spiegato che milioni di voti espressi per l'ex generale sono stati persi. Le presunte irregolarità registrate in 58mila seggi elettorali avrebbero messo in dubbio circa 21 milioni di voti. Il team legale di Subianto è convinto di riuscire a dimostrare che i sondaggi hanno gonfiati i risultati degli degli altri candidati, che gli elettori hanno utilizzato schede di registrazione improprie e che il riconteggio è stato eseguito in modo incoerente. In un video postato su Youtube oggi Subianto ha invitato la gente a respingere i risultati della Commissione elettorale.

Un centinaio di sostenitori hanno protestato poi di fronte al palazzo di giustizia, cantando "Prabowo è il vero presidente" con striscioni che inneggiavano alla neutralità dei giudici e a imminenti rielezioni. Il caso dovrebbe essere ascoltato dalla Corte Costituzionale il 6 agosto e la sentenza, inoppugnabile, dovrebbe essere emessa il 21 agosto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata