Indonesia, frana su villaggio a Giava: 8 morti e 100 dispersi

Giacarta (Indonesia), 13 dic. (LaPresse/AP) - In Indonesia una frana ha travolto il villaggio di Jemblung, nel centro del Paese, causando 8 morti e oltre 100 dispersi. Lo hanno reso noto funzionari. A causare lo smottamento di fango lungo le colline sono state le piogge torrenziali. Circa 105 case sono state trasportate via dalla frana, avvenuta ieri nel distretto della provincia di Giava centrale, secondo quanto ha riferito Purwo Nugroho, portavoce dell'Agenzia per la riduzione dei disastri nazionali. I soccorritori finora hanno recuperato otto corpi, incluso un bambino di otto anni, e hanno trasportato 38 feriti in ospedale. Quattro sono in gravi condizioni.

Centinaia di persone, tra cui poliziotti, soldati e residenti, hanno cominciato a scavare tra i detriti con pale e zappe e anche a mani nude, cercando i 100 abitanti che mancano all'appello. Successivamente sono arrivati sul posto per contribuire alle ricerche anche trattori e bulldozer. Circa 370 residenti sono stati evacuati in rifugi temporanei. "Il fango, il terreno accidentato e il maltempo ostacolano i nostri sforzi di soccorso", ha detto Nugroho, chiedendo un equipaggiamento più pesante. Banjarnegara si trova a circa 460 chilometri a est della capitale Giacarta.

La frana di ieri è la seconda in pochi giorni nell'isola di Giava, densamente popolata. Fango e rocce hanno colpito anche il distretto di Wonosobo in Giava centrale, uccidendo almeno un abitante. Le piogge stagionali e le alte maree negli ultimi giorni hanno causato decine di smottamenti e inondazioni in gran parte dell'Indonesia, composta da 17mila isole. Milioni di persone vivono in zone di montagna o vicino a pianure alluvionali fertili nei pressi dei fiumi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata