India, tempeste di sabbia nel nord: almeno 97 morti, oltre 140 i feriti
Uttar Pradesh e Rajasthan le zone più colpite

Sono almeno 97 le persone morte a causa delle tempeste di sabbia nel nord dell'India, di cui almeno 65 in Uttar Pradesh e 33 nel Rajasthan. I feriti sono oltre 140. Lo hanno fatto sapere le autorità locali. Le zone più colpite sono state quelle di Uttar Pradesh e Rajasthan, con rispettivamente 46 e 31 decessi. La maggior parte delle morti è legata alla caduta di alberi o al crollo di muri, che hanno ceduto alla violenza dei venti.

Il distretto di Agra, dove si trova il Taj Mahal, è la regione più danneggiata, con almeno 36 morti. Nella regione turistica del Rajasthan, "la maggior parte dei morti e feriti viene dai tre distretti di Alwar, Dholpur e Bharatpur", ha dichiarato inoltre Hemant Gera, del dipartimento locale di gestione delle catastrofi e degli aiuti umanitari. Alla fine della giornata di mercoledì, una cappa bianca aveva avvolto la capitale di Nuova Delhi, prima di essere sostituita da violente tempeste. Nella megalopoli non ci sono state vittime. "Rattristato dalla perdita di vite a causa di tempeste di sabbia in vari luoghi in Insia. Condoglianze alle famiglie in lutto", ha scritto su Twitter il premier, Narendra Modi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata