India, oggi primo anniversario da ultimo caso di polio registrato

Nuova Delhi (India), 13 gen. (LaPresse/AP) - Ricorre oggi in India il primo anniversario da quando è stato registrato l'ultimo nuovo caso di poliomielite. Si tratta di un'importante vittoria nella lotta volta a eliminare la malattia nel mondo. Se non saranno rivelati casi finora non registrati, l'India non sarà più considerata un Paese endemico per polio e sulla lista rimarranno soltanto Pakistan, Afghanistan e Nigeria. "Questo è un enorme punto di svolta", ha commentato Bruce Aylward, a capo della campagna anti-polio dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

L'alta densità di popolazione, scarsa igiene, migrazioni interne e un sistema di sanità pubblica difettoso hanno contribuito allo sviluppo dell'epidemia della polio in India, ha detto Aylward. Inoltre alcuni bambini vaccinati si sono ammalati lo stesso perchè i loro corpi erano troppo deboli per rispondere al vaccino a causa della malnutrizione e della diarrea cronica. Nel 2009 nel Paese furono registrati 741 casi di polio. Nel 2010 i casi erano 42, mentre l'anno scorso si era ammalata solo una bambina di 18 mesi, Ruksana Khatun. Il suo caso, registrato il 13 gennaio del 2011, è stato l'ultimo finora riferito in India. Nell'ambito della campagna di Oms e Unicef dal valore di 300 milioni di dollari all'anno il governo indiano distribuisce il vaccino contro la poliomielite due volte all'anno a 175 milioni di bambini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata