India, oggi 30 milioni di indù si bagnano nel Gange per ripulire peccati

Allahabad (India), 10 feb. (LaPresse) - Trenta milioni di fedeli indù si immergeranno oggi nelle acque sacre del fiume Gange, in India, nel rituale religioso che li ripulirebbe dai peccati. Oggi è infatti il giorno principale della festa Kumbh Mela, che si tiene ad Allahbad nell'Uttar Pradesh, dura 55 giorni ed è ritenuto il più grande raduno di persone al mondo. Secondo le previsioni prima della fine della giornata saranno 30 milioni i fedeli che si saranno immersi nel fiume sacro, alla confluenza con i fiumi Yamuna e Saraswati. I giorni in cui bagnarsi nel Gange è di buon auspicio sono sei, decisi in base all'allineamento delle stelle. In quelle date, con l'immersione i fedeli si ripuliscono dai peccati e si liberano dal ciclo di nascita e morte.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata