India, 20 anni di carcere al guru condannato per stupri
Questa la pena per il 'guru del lusso' Gurmeet Ram Rahim Singh

Sconterà vent'anni di carcere il guru indiano Gurmeet Ram Rahim Singh, con due sentenze consecutive di 10 anni ciascuna per due condanne per stupro. Lo ha precisato un portavoce della procura indiana, dopo che il guru venerdì è stato dichiarato colpevole per gli stupri e oggi è stata resa nota la pena inflittagli. Le autorità temevano massicce proteste dei suoi seguaci, come quelle in cui venerdì sono morte 38 persone e 200 sono rimaste ferite. Invece le imponenti misure di sicurezza, il coprifuoco e l'ordine di sparare a vista in caso di proteste le hanno arginate. In precedenza fonti del governo e avvocati avevano dato notizia di una condanna a 10 anni.

IL GURU DEL LUSSO. Gurmeet Ram Rahim Singh è soprannominato il 'guru del lusso' per gli abiti appariscenti e per il debole per diamanti e gioielli. Il 50enne, che ha preso a 23 anni la guida della "organizzazione socio-spirituale" fondata nel 1948, è anche chiamato 'rockstar baba', perché è protagonista di concerti rock e film scritti da lui stesso. Nel film 'Messenger of God' e nel sequel, Singh veste i luccicanti panni di un eroe che salva la nazione lanciando in aria motociclette in fiamme e nemici.

La setta Dera Sacha Sauda afferma di avere 60 milioni di seguaci nel mondo. Tra essi ci sono molti anziani e donne delle campagne, attirati da programmi di welfare, aiuti medici e di altro tipo. 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata