Immigrazione, Unhcr: Grecia prenda controllo del caos sulle isole

Ginevra (Svizzera), 7 ago. (LaPresse/Reuters) - L'Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr) ha esortato la Grecia a prendere il controllo del "caos totale" che regna nelle isole del Paese disseminate nel mar Mediterraneo in cui sono sbarcate migliaia di migranti. L'appello è giunto dal direttore europeo dell'Unhcr, Vincent Cochetel, il quale ha dichiarato dopo una visita alle isole greche di Lesbo, Kos e Chio che gli Stati membri dell'Unione europea devono fare di più per condividere il peso sopportato dalla Grecia, in cui sono arrivate 50mila persone solo a luglio. "In termini di acqua potabile, in termini di igiene, in termini di assistenza alimentare, tutto è inadeguato. Sulla maggior parte delle isole non c'è capacità di accoglienza, le persone non hanno un tetto sotto cui dormire", ha detto Cochetel. "Sulle isole il caos è totale. Dopo un paio di giorni i migranti vengono trasferiti ad Atene, ma là non c'è niente per loro", ha aggiunto, affermando che le autorità greche devono "mettersi alla testa della risposta all'emergenza e coordinarla".

Cochetel, da 30 anni all'Unhcr, ha affermato inoltre di "non avere mai visto una situazione così". "La priorità è di fare in modo che non si crei un'altra Calais in altre zone d'Europa", ha concluso Cochetel, facendo riferimento alla crisi migranti nella città francese da cui parte il tunnel che collega l'Europa continentale al Regno Unito. Almeno dieci persone sono morte cercando di attraversare il tunnel che passa sotto la Manica.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata