Immigrazione, in Ungheria ieri 9.380 arrivi: primi 16 arresti a confine

Röszke (Ungheria), 15 set. (LaPresse/EFE) - Primi arresti in Ungheria dopo l'entrata in vigore, a mezzanotte, della nuova legge che introduce anche il carcere per l'immigrazione illegale. Le forze di sicurezza hanno arrestato 16 migranti, nove siriani e sette afghani, che secondo la tv pubblica ungherese M1 sono stati fermati mentre provavano a entrare dalla Serbia tagliando il filo spinato che è stato issato alla frontiera. Ieri in Ungheria sono entrate 9.380 persone fino a quando non è stato chiuso intorno alle 16.30 il varco d'accesso non ufficiale vicino Röszke, quello più utilizzato finora dai migranti per l'attraversamento del confine. Si tratta del numero più alto di ingressi registrato in un solo giorno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata