Immigrazione, Belgrado: No a rinvio migranti da Ungheria a Serbia

Belgrado (Serbia), 15 set. (LaPresse/EFE) - La Serbia non accetterà di accogliere i migranti che l'Ungheria intende rimandare "di forza" in territorio serbo. Lo ha annunciato il ministro del Lavoro serbo Aleksandar Vulin, affermando: "Noi non fermiamo nessuno con la forza nel nostro territorio e per questo non permetteremo a nessun Paese di rimandare persone da noi con la forza". Le autorità ungheresi hanno annunciato che rimanderanno in Serbia lo stesso numero di richiedenti asilo che hanno passato il confine nei giorni scorsi.

"I rifugiati si trovano nel territorio dell'Ungheria e speriamo che lo Stato ungherese li tratti come si deve", ha detto ancora Vulin parlando all'agenzia di stampa Tanjug. Il ministro ha poi aggiunto che i migranti che non riescono nel loro intento di entrare in Ungheria potranno restare in Serbia e tornare nei centri di accoglienza. A partire dal mezzanotte è inoltre entrata in vigore in Ungheria una nuova legge che prevede il carcere per chi passa illegalmente la frontiera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata