I 14 sì alle nozze gay: dall'Olanda nel 2001 alla Francia oggi

Parigi (Francia), 23 apr. (LaPresse) - La Francia è diventata oggi il 14esimo Paese al mondo a legalizzare i matrimoni gay. L'Assemblea nazionale di Parigi ha infatti dato il sì definitivo alla legge sul 'matrimonio per tutti', che consente le nozze gay e le adozioni alle coppie dello stesso sesso. Altri 13 Paesi avevano già equiparato il matrimonio omosessuale a quello etero, dopo che il primo a farlo fu l'Olanda nel 2001. Altre tre nazioni (Usa, Brasile, Messico) lo ammettono solo in alcuni Stati interni.

OLANDA. E' stata il primo Paese a legalizzare i matrimoni omosessuali nel 2001, prevedendo per le coppie uguali diritti e doveri, inclusa l'adozione.

BELGIO. L'approvazione della legge sulle nozze gay è arrivata nel 2003, facendo diventare il Belgio il secondo Paese al mondo a renderle legali. Nel 2006 è passata quella per le adozioni da parte di coppie omosessuali.

SPAGNA. E' stato il governo di Luis Zapatero a rendere legali i matrimoni gay nel 2005, terzo Paese al mondo. In seguito una legge ha consentito le adozioni da parte di coppie a prescindere dal genere, sposate o meno.

CANADA. L'approvazione della legge che consente le nozze gay è arrivata nel 2005. Prima, diverse province del Paese ammettevano le unioni. Anche le adozioni sono legali.

SUDAFRICA. Unico Paese africano a consentire le unioni tra persone dello stesso sesso, le ha approvate nel 2006. Ammesse anche le adozioni.

NORVEGIA. Le nozze gay sono ammesse dal 2009, quando è stata prevista una legge secondo cui il matrimonio non ha genere, superando quella che legalizzava le nozze tra persone dello stesso sesso. Gli omosessuali hanno ottenuto anche gli stessi diritti degli etero per le adozioni.

SVEZIA. Le nozze gay sono legali dal 2009, mentre in precedenza erano ammesse le unioni registrate. Legali le adozioni.

PORTOGALLO. Dal 2010 gli omosessuali possono sposarsi. Vietata l'adozione, unico caso tra i Paesi in cui è legale il matrimonio gay.

ISLANDA. Il matrimonio omosessuale è legale dal 2010, approvato con una legge passata all'unanimità. Prima le coppie avevano diritto alle unioni civili. La premier Johanna Sigurdardottir e la compagna furono tra le prime coppie a sposarsi. Le coppie gay possono anche adottare.

ARGENTINA. Primo Paese sudamericano a rendere legali le nozze gay nel 2010. Ammesse anche le adozioni dallo stesso anno.

DANIMARCA. Primo Paese al mondo a prevedere le unioni registrate tra persone dello stesso sesso, ha legalizzato il matrimonio nel 2012 riconoscendo anche quello celebrato dalla Chiesa evangelica-luterana della Danimarca. Legali anche le adozioni.

URUGUAY. La legge che consente le nozze omosex è stata approvata, ma perché entri in vigore manca la firma del presidente José Mujica, che ha detto la sottoscriverà. Previste anche le adozioni.

NUOVA ZELANDA. La legge che consente il matrimonio gay è stata approvata ad aprile 2013, entrerà in vigore ad agosto.

STATI UNITI. Le nozze omosessuali non sono riconosciute a livello federale, ma lo sono in nove Stati: Connecticut, Iowa, Maine, Maryland, Massachusetts, New Hampshire, New York, Vermont, Washington Dc. Negli stessi e in altri Stati sono legali anche le adozioni.

BRASILE. Le nozze gay non sono riconosciute a livello federale, mentre lo sono le unioni registrate. Molti Stati singoli le riconoscono, altri permettono anche di celebrarle. Le adozioni sono ammesse dal 2010.

MESSICO. I matrimoni gay sono legali dal 2010 nel distretto di Città del Messico, dove lo sono anche le adozioni. Gli altri Stati devono riconoscerli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata