Hong Kong, rimosse ultime barricate su Causeway Bay: 17 arresti

Hong Kong, 15 dic. (LaPresse/AP) - La polizia di Hong Kong ha rimosso le ultime barricate sulla Causeway Bay, il terzo e ultimo ito di protesta rimasto nell'ex colonia britannica, arrestando 17 dimostranti che a cui avevano dato la possibilità di allontanarsi volontariamente. Le azioni delle autorità hanno così posto fine alle manifestazioni che da due mesi e mezzo bloccavano il traffico nella strada. Gli arrestati, fra cui cittadini anziani e il deputato filodemocratico Kenneth Chan, non hanno fatto resistenza quando sono stati portati via. Prima degli arresti avevano urlato "Torneremo" e avevano intonato slogan che invitavano il governatore Leung Chun-ying a dimettersi. "Con il completamento degli sgomberi sulla Causeway Bay, l'occupazione illegale di Hong Kong degli ultimi due mesi è giunta al termine" ha detto Leung, aggiungendo che le proteste hanno inflitto perdite economiche "molto grandi" al turismo, alle vendite al dettaglio e ad altri settori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata