Hong Kong, leader studenteschi arrestati durante rimozione barricate

Hong Kong, 26 nov. (LaPresse/AP) - I leader studenteschi Joshua Wong e Lester Shum sono tra le 116 persone arrestate tra ieri e oggi a Hong Kong durante lo smantellamento delle barricate erette dai manifestanti nel distretto di Mong Kok. Il 18enne Wong è il leader del gruppo Scholarism, mentre Shum è vice segretario della Federazione degli studenti di Hong Kong. Il loro arresto potrebbe rinvigorire nuovamente il movimento di protesta, indebolito dalle settimane di stallo tra il governo e gli attivisti pro democratici. Gli organizzatori stimano che all'inizio delle proteste a fine settembre circa 200mila persone fossero scese in strada, ma da allora il numero dei dimostranti è diminuito in maniera significativa.

Wong e Shum erano tra le persone arrestate per aver fatto irruzione in un cortile vicino alla sede del governo il 26 settembre. La loro detenzione aveva mobilitato gli attivisti, che due giorni dopo avevano occupato le strade in tre diversi quartieri della città, tra cui Mong Kok. I manifestanti arrestati negli ultimi due giorni sono stati fermati per accuse di raduno illegale, aggressione o interferenze con il loro della polizia. Un uomo è stato arrestato per possesso di armi pericolose, tra cui un'ascia, un martello e un piede di porco. Stamattina le autorità hanno continuato a rimuovere le barricate nel distretto di Mong Kok.

L'operazione è stata decisa dopo che l'Alta corte di Hong Kong ha emesso ordinanze restrittive a una compagnia dei trasporti e a una società dei taxi, che chiedevano ai manifestanti di lasciare alcune strade del quartiere. Secondo i media locali, circa quattromila poliziotti hanno assistito i funzionari giudiziari e gli operai intervenuti per sbloccare le strade. Ieri sera almeno 20 agenti erano rimasti feriti in tafferugli con manifestanti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata