Hong Kong, corteo dopo aggressioni attivisti: polizia spara lacrimogeni

Milano, 20 ott. (LaPresse) - Migliaia di manifestanti a Hong Kong hanno sfidato il divieto di manifestare in piazza, spinti dalla rabbia dopo le violente aggressioni di questa settimana contro due attivisti democratici. I manifestanti hanno lanciato molotov in diverse stazioni metro mentre sono stati registrati diversi episodi di vandalismo. La polizia in una nota ha annunciato che porterà avanti operazioni di dispersione del corteo e arresti. "La polizia - si legge su Twitter - ha usato la forza minima necessaria, inclusi gas lacrimogeni per contrastare l'atto dei ribelli. Avvisiamo tutti coloro che si trovano nelle piazze di fermare subito le azioni illegali".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata