Hong Kong, capo governo a manifestanti: Tornate a casa

Hong Kong, 28 set. (LaPresse/AP) - Leung Chun-ying, capo esecutivo di Hong Kong, ha chiesto ai manifestanti scesi in strada per chiedere riforme democratiche di tornare a casa. Il leader più importante di Hong Kong ha rassicurato il pubblico, affermando che le voci secondo le quali l'esercito cinese potrebbe intervenire non sono vere. "Spero che il pubblico rimarrà calmo. Non siate ingannati dalle voci. La polizia lotterà per mantenere l'ordine sociale, incluso assicurare la regolarità del traffico e la sicurezza pubblica", ha detto Leung.

"Quando compiono i loro doveri, useranno la massima discrezione". Mentre i sit in si sono estesi ad altre aree della città, Leug ha chiesto a tutti di tornare a casa e di non creare problemi. "Non vogliamo che Hong Kong sia nel caos", ha detto Leung mentre leggeva un comunicato ad alta voce in televisione. Intanto il governo ha reso noto che 26 persone sono rimaste ferite dopo gli ultimi scontri.

In un comunicato emesso dopo mezzanotte, la polizia di Hong Kong ha fatto sapere che le voci secondo le quali avrebbe usato pallottole di gomma per disperdere i manifestanti, e avrebbe imposto un coprifuoco a mezzanotte, erano "totalmente false".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata