Holliday non sarà a cerimonia Trump: Chiedo scusa a comunità gay
I fan della star avevano protestato dopo la notizia della sua partecipazione

La cantante Jennifer Holliday ha cancellato la sua partecipazione alla cerimonia di insediamento del presidente eletto degli Usa Donald Trump, che avrà luogo il 20 gennaio, e ha chiesto scusa ai suoi fan della comunità Lgbt per aver accettato l'invito. È quanto si legge in una lettera aperta, ottenuta dal sito di TheWrap, a firma della stella delle 'Dreamgirls'. Di fronte alla comparsa del suo nome tra coloro che prenderanno parte alla cerimonia, i fan della cantante, che hanno sempre avuto una relazione speciale con la comunità omosessuale, hanno manifestato scontento. "La mia unica possibilità ora - ha detto - dev'essere quella di stare vicino alla comunità Lgbt e dichiarare in modo univoco che non canterò al concerto di insediamento né in altre celebrazioni". La comunità Lgbt, aggiunge, "è stata la principale responsabile della nascita della mia carriera" e le "sono profondamente debitrice. Mi avete amato fedelmente e in modo incondizionato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata