Harvey, stato emergenza in Louisiana: 200mila evacuati a Houston
Resta alto l'allarme per la tempesta tropicale che sta colpendo gli stati meridionali degli Usa

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha dichiarato lo stato d'emergenza in Louisiana in relazione alla tempesta Harvey. Lo ha fatto sapere la Casa bianca. Harvey, che come uragano di categoria 4 ha toccato terra in Texas venerdì, sabato è poi stato declassato a tempesta tropicale. 

Sono sinora 5.600 le persone che a Houston si trovano nei rifugi di emergenza, ma il loro numero aumenterà "in maniera esponenziale". Lo ha dichiarato il sindaco di Houston, Sylvester Turner, mentre precipitazioni sono attese ancora nei prossimi giorni. Saranno, infatti, più di 200mila le persone evacuate nella zona di Houston - colpita da vaste inondazioni a causa della tempesta Harvey - se tutti gli abitanti seguiranno gli ordini e lasceranno le proprie case. Lo hanno riferito i media statunitensi, mentre l'accumulo d'acqua nel caso dell'area metropolitana di Houston è arrivato a oltre un metro. Secondo il servizio meteo, le precipitazioni non cesseranno sino a mercoledì o giovedì.

Duemila persone sono state portate in salvo dalla polizia di Houston. Lo ha dichiarato un portavoce della polizia locale, durante una conferenza stampa con il sindaco di Houston, Sylvester Turner. Le autorità hanno aggiunto che le chiamate al numero di emergenza 911 sono state 75mila, ha riferito Cnn aggiungendo che il sindaco ha commentato: "Il mio obiettivo oggi è salvare tutti".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata