Hamon-Melenchon verso cooperazione per l'Eliseo
Attualmente in corso colloqui per un cammino comune per il voto

Insieme per puntare all'Eliseo: i due principali candidati di sinistra alle presidenziali francesi, cioè il socialista Benoit Hamon e il candidato di estrema sinistra Jean-Luc Melenchon, stanno tenendo colloqui su una possibile cooperazione, mossa che potrebbe portare uno dei due ad affermarsi effettivamente alle presidenziali di primavera. Se Hamon e Melenchon decidessero realmente di unire le forze in vista del voto, secondo i sondaggi i loro consensi combinati potrebbero portarli a una chance di battere Marine Le Pen al secondo turno in programma per il 7 maggio. "Stiamo avendo discussioni e continueremo ad avere discussioni", ha detto Hamon alla radio France Info. "Abbiamo parlato e parleremo di nuovo oggi", ha aggiunto, riconoscendo che i colloqui saranno "difficili".
 

 Melenchon, che ha lasciato il partito socialista nel 2008 per formare il suo Parti de gauche e ha ottenuto l'appoggio dei comunisti per le presidenziali, ha detto più volte che non si farà da parte a vantaggio di Hamon, con il quale ha diverse differenze di visione politica. Le divergenze principali fra i due riguardano per esempio l'Unione europea: Melenchon è contrario ad alcuni trattati e ne vorrebbe la revisione, mentre Hamon è favorevole a ulteriori convergenze con l'Ue.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata