Grecia, viceministro Riforme: Se falliamo, nessuno recupererà denaro

Berlino (Germania), 2 feb. (LaPresse/EFE) - "Se la Grecia fallisce, nessuno recupererà niente, nemmeno la Germania". Lo ha detto il viceministro greco delle Riforme amministrative, George Katrugalos. In un'intervista con il quotidiano tedesco Bild, il ministro insiste sul fatto che rinegoziare il debito sia la strada giusta per fare avanzare il Paese e per far sì che la Germania possa recuperare il denaro prestato. Berlino intanto ha già scartatato che si possa tenere una conferenza come quella che si organizzò a Londra nel 1953 per alleviare i debiti accumulati dalla Germania dopo la Seconda guerra mondiale, chiesta invece da Katrougalos. La soluzione, spiega il rappresentante del nuovo governo di Atene, sarebbe una "redistribuzione" del debito, che dovrebbe iniziare dalla Banca Centrale europea, la quale dovrebbe mettere più denaro in circolazione.

Il viceministro ha assicurato di non voler "ricattare" la Germania, ma solo mettere in luce la realtà di un Paese che vive una "catastrofe umana" e in cui "essere umani muoiono per la crescente povertà". Katrougalos ha poi difeso la decisione del governo di riassumere i dipendenti pubblici licenziati "ingiustamente", violando i principi costituzionali, e ha sostenuto che non si tratta di nuove assunzioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata