Grecia, ok del parlamento alle unioni civili per persone dello stesso sesso

Atene (Grecia), 23 dic. (LaPresse/EFE) - Il Parlamento greco ha approvato a grande maggioranza una legge che autorizza le unioni civili per le coppie dello stesso sesso, a due anni dalla condanna per discriminazione della Grecia da parte del tribunale europeo per i diritti umani. L'approvazione della legge è arrivata grazie al voto favorevole dei partiti di opposizione, mentre il partner di Syriza a governo, il partito nazionalista dei Greci Indipendenti, ha votato contro. Il conservatore Nuova Democrazia era salito disciplina di voto per dare parlamentari la possibilità di agire secondo la propria coscienza.

La nuova legge prevede di equiparare i conviventi dello stesso stesso a quelli eterosessuali, a condizione che siano registrati in Grecia.

Il disegno di legge sulle unioni civili concede diritti alla coppia simili a quelli del matrimonio: ad esempio il coniuge può ereditare i beni o avere accesso alla pensione. Ma, prima del voto, sono state ritirate ulteriori disposizioni in materia di diritto di famiglia che avrebbero potuto aprire la strada ad applicazioni di adozione da parte di coppie omosessuali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata