Grecia, governo sopravvive a mozione di sfiducia promosso da Syriza

Atene (Grecia), 11 nov. (LaPresse/AP) - Il governo greco è sopravvissuto a un voto di sfiducia in Parlamento, voluto dal partito di opposizione Syriza. A votare per la sfiducia sono stati 124 deputati, mentre ne erano necessari 151, e altri 153 hanno espresso voto contrario. La mozione era sostenuta anche dal Partito comunista, dai populisti di destra Greci indipendenti, dall'estrema destra di Alba dorata. Era stata promossa giovedì, dopo che la polizia aveva sgomberato la sede della televisione di Stato Ert, chiusa a giugno per decisione del governo nell'ambito dei tagli chiesti dai creditori internazionali. Il leader di Syriza, Alexis Tsipras, ha colto l'occasione del voto per criticare il premier Antonis Samaras di essere "sotto controllo straniero" e di tassare i poveri per proteggere i ricchi. Ora, con il voto di sfiducia alle spalle, il primo ministro si dovrà concentrare sui difficili negoziati con la troika (Ue, Bce, Fmi). I negoziati riprenderanno domani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata