Governo Perù criticato per repressione, cambiati premier e 5 ministri

Lima (Perù), 24 lug. (LaPresse/AP) - Dopo la destituzione di Oscar Valdes, l'ex ministro della Giustizia Juan Jimenez è stato designato nuovo primo ministro del Perù dal presidente Ollanta Humala. Valdes era stato fortemente criticato per la repressione delle proteste contro il progetto di costruire la miniera di Conga, in cui hanno perso la vita cinque persone a inizio luglio. La nomina del nuovo capo del governo è stata accompagnata da un rimpasto generale che ha visto il ministro della Difesa José Urquizo e quello dell'Interno Wilver Calle, criticati per la gestione della lotta contro i ribelli di Sendero Luminoso, sostituiti rispettivamente da Pedro Cateriano e Wilfredo Pedraza. Cambiamenti anche alla guida dei ministeri della Giustizia, dell'Agricoltura e della Salute. Immutati, invece, gli altri 13 ministri, tra cui quello dell'Economia e degli Esteri. Sabato cadrà il primo anno di mandato per Humala, la cui popolarità è però ultimamente scesa attorno al 40%.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata