Giornata popoli indigeni, Mogherini contro discriminazione donne e bambine

Bruxelles (Belgio), 9 ago. (LaPresse/EFE) - Gli indigeni, soprattutto quando si tratta di donne e bambine, sono vittime di molte forme di "discriminazione, vulnerabilità ed emarginazione", quindi la loro autonomia e il loro ruolo sociale vanno rafforzati. Lo ha dichiarato l'alta rappresentante per la Politica estera dell'Unione europea, Federica Mogherini, in occasione della Giornata internazionale dei popolo indigeni. La leader della diplomazia europea, in una nota, si dice impegnata in questo ambito. Ha ribadito l'appoggio dell'Ue alla dichiarazione Onu sui diritti dei popoli indigeni e la propria volontà di lavorare con questi ultimi. L'Unione europea, ha aggiunto, vuole far sì che i diritti umani siano ugualmente applicati a donne e uomini e continuerà a lavorare perché ciò accada.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata