Giordania, scrittore cristiano ucciso: era accusato di vilipendio Islam
Nahed Hattar era accusato per una vignetta condivisa sui social media ritenuta offensiva

Lo scrittore giordano, cristiano, Nahed Hattar è stato assassinato ad Amman, capitale della Giordania. Un uomo armato gli ha sparato davanti al tribunale dove lo scrittore si stava recando per affrontare il processo di accusa di vilipendio della religione, scattato dopo aver condiviso sui social media una caricatura considerata offensiva per l'Islam. Nahed Hattar, un attivista di primo piano, sostenitore del presidente siriano Bshar al Assad è stato arrestato dopo aver pubblicato l'immagine caricaturale di un uomo barbuto nel cielo che fumava a letto con delle donne mentre chiedeva a Dio di portargli del vino. Molti conservatori giordani musulmani hanno ritenuto la vignetta offensiva e contro la loro religione. Le autorità hanno dichiarato che Nahed ha violato la legge condividendo sui media la sua caricatura.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata