Gilet gialli, manifestante travolto e ucciso ad Avignone. Appello del governo: "Dopo Strasburgo no ai cortei"

Parigi chiede "ragionevolezza" e invita i dimostranti a non scendere in piazza questo sabato

Un manifestante dei gilet gialli è morto dopo essere stato investito da un camion nel sud della Francia. Secondo quanto riferito dalprocuratore di Avignone, Caroline Armand, l'incidente è avvenuto nella notte in una rotonda nei pressi dell'uscita autostradale della città di Avignone. "L'autista del camion è stato preso in custodia, la vittima aveva 23 anni", ha confermato il procuratore.

Nel frattempo arriva l'appello del governo francese, che, in seguito all'attentato di Strasburgo, invita i gilet gialli a non manifestare. "In questa fase - ha dichiarato il il portavoce dell'esecutivo Benjamin Griveaux - ha deciso di non vietare le manifestazioni" che si svolgeranno sabato, ma chiede loro di essere "ragionevoli" dopo l'attacco e di "non manifestare". Ora che la loro rabbia "è stata espressa" e "ascoltata" dal governo e che c'è una "risposta", "quello che chiediamo, responsabilmente, è di essere ragionevoli sabato e di non andare a protestare", ha aggiunto Griveaux.

Dello stesso parere il presidente dell'Assemblea nazionale francese Richard Ferrand. Viste le "risposte massicce" dell'esecutivo alle rivendicazioni sul potere d'acquisto "fondatore" del movimento, "penso davvero - ha spiegato - che ora sia necessario che il movimento si fermi per passare alla costruzione di un nuovo modello francese".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata