Gilet gialli, guerriglia a Parigi

È guerriglia nel centro di Parigi, tra la polizia e centinaia di gilet gialli che hanno invaso la zona vietata degli Champs-Elysees. Le forze dell'ordine hanno usato lacrimogeni e cannoni ad acqua. Molte le vetrine e le auto danneggiate, un rimorchio dato alle fiamme. Secondo la prefettura tra i manifestanti ci sono infiltrati dell'estrema destra e il ministro dell'Interno, Christophe Castaner, ha accusato direttamente la sua leader, Marine Le Pen, di aver sollecitato i disordini. I dimostranti chiedono di vedere il presidente Macron, accusato di essere troppo attento alle esigenze delle élite e poco comprensivo dei bisogni della gente comune, soprattutto quella che vive fuori Parigi. 18 i fermi nella Capitale francese, 35 in tutto il Paese.