Giappone ok alle donne sugli aerei da combattimento

Tokyo (Giappone), 11 nov. (LaPresse/EFE) - Il governo giapponese permetterà alle donne di pilotare aerei da combattimento militari, una tipologia finora interdetta al personale femminile delle forze armate giapponesi. Il ministro della Difesa giapponese, Gen Nakatani, ha fatti sapere di "aprire la strada" alle donne e quindi, cercare di promuovere la parità di genere sul posto di lavoro. Oggi le donne appartenenti alle forze armate pilotano aerei da trasporto e pattuglia, ma non da combattimento.

Questa decisione del governo dovrebbe essere adottata alla fine di questa settimana e "le prime donne saranno addestrate a volare in tre anni" ha detto Nakatani. Fino ad ora il personale femminile dell'esercito era escluso a causa del "carico fisico duro" che comporta la gestione di un caccia. Tuttavia, altri paesi come gli Stati Uniti, l'India o il Pakistan consentono al personale femminile delle forze armate di pilotare questi aerei da combattimento, mentre l'aviazione spagnola ha piloti donne a guida dei caccia da combattimento dal 2007.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata