Gerusalemme, Netanyahu: "Non accetto l'ipocrisia dell'Europa"
Ancora scontri ai confini della striscia di Gaza, contro la decisione di Donald Trump di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele. Il bilancio al momento è di 4 morti e centinaia di feriti. E mentre il capo di Hamas Ismail Haniyeh promette che "la Santa Intifada" non si fermerà, il premier Benyamin Netanyahu in viaggio oggi per l'incontro con il presidente francese Emmanuel Macron, fa sapere che non accetta l'ipocrisia dell'Europa: "Condannano la decisione di Trump, ma non dei razzi su Israele". Il segretario generale della Lega Araba Ahmed Aboul Gheit durante il vertice del Cairo di ieri ha lanciato un appello alla comunità internazionale, per riconoscere lo Stato di Palestina con Gerusalemme Est come capitale e in particolare a Washington di annullare la sua decisione.