Germania, Merkel rieletta cancelliera per la quarta volta. Via libera dal Parlamento
La leader dei cristianodemocratici ha ottenuto 364 voti sul totale di 709

Prende il via il quarto mandato della cancelliera tedesca Angela Merkel, mettendo fine a sei mesi di stallo politico a seguito delle elezioni del settembre scorso. Il Bundestag ha confermato, con 364 voti a favore, 315 contrari e nove astensioni, il suo incarico a capo della Grosse Koalition costituita dopo lunghi e difficili negoziati da Cdu-Csu e dai socialdemocratici dell'Spd. Merkel ha poi giurato ed è stata nominata formalmente dal presidente Frank-Walter Steinmeier, prima di incontrare i ministri del suo nuovo governo.

Sulla base del voto segreto al Bundestag, l'ipotesi è che 35 deputati della coalizione di centrodestra abbiano votato contro Merkel, attribuendole una maggioranza di soli nove voti che l'opposizione ha velocemente bollato come "inizio difficile". Tra i presenti in aula c'erano anche il marito della cancelliera, lo scienziato Joachim Sauer, e la madre 89enne, Herlind Kasner. Per la politica che da 12 anni guida la Germania, la conferma è stata un momento fondamentale, che ha chiuso la più grave crisi dei suoi mandati.

Dalle elezioni i principali partiti erano usciti indeboliti, e a Merkel era stato impossibile formare una maggioranza. Aveva dovuto quindi ripiegare, dopo vari tentativi anche con Verdi e liberali dell'Fdp, su una nuova alleanza con l'Spd. Ma la nuova Grosse Koalition non è partita a gonfie vele, bollata dal vice cancelliere e ministro delle Finanze designato, Olaf Scholz dell'Spd, il quale ha detto che non si tratta di un "matrimonio d'amore". Ma i partner intendono riuscire a governare sino al 2021.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata