Germania, Femen a seno nudo davanti ufficio Merkel: interviene polizia

Berlino (Germania), 7 giu. (LaPresse/AP) - Tre ragazze del gruppo Femen hanno protestato stamattina a seno nudo davanti alla sede della cancelleria a Berlino per chiedere al cancelliere tedesco Angela Merkel di spingere per il rilascio di quattro attiviste imprigionate in Tunisia. Alcuni agenti hanno interrotto la dimostrazione trascinando via le giovani; la polizia ha fatto sapere che le tre non sono state arrestate, ma che sono in corso indagini per verificare possibili accuse di violazione delle leggi tedesche sulle manifestazioni pubbliche. La polizia ha riferito inoltre che le tre non sono tedesche, anche se non è ancora noto di che nazionalità siano.

La protesta delle giovani giunge a poche ore dall'incontro fra Merkel e il premier tunisino Ali Larayedh, che sarà in visita in Germania. 'Merkel libera le Femen' gridavano le ragazze. Due di loro avevano dipinti sul petto i nomi delle attiviste che sono agli arresti in Tunisia; la terza, invece, sulla pancia.

In Tunisia sono agli arresti: la Femen tunisina Amina Tyler, fermata il 19 maggio a Kairouan per una protesta compiuta mentre i salafiti manifestavano contro la mancata autorizzazione da parte del governo alla loro conferenza annuale; e tre attiviste europee, due francesi e una tedesca, accusate di oscenità in pubblico per essersi messe a seno nudo davanti al palazzo di giustizia di Tunisi lo scorso 29 maggio per chiedere il rilascio di Amina.

Mercoledì il portavoce del governo di Berlino, Steffen Seibert, ha annunciato che oggi Merkel, nell'incontro con il primo ministro tunisino, avrebbe sollevato tra gli argomenti quello dei diritti umani e del rispetto della legge. Non è chiaro però se i due discuteranno anche del caso della Femen tedesca 19enne.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata