Germania, Cdu crolla in Mecleburgo: vince Spd, Verdi in Parlamento

Berlino (Germania), 5 set. (LaPresse/AP) - Il partito socialdemocratico tedesco (Spd) ha vinto con il 35,7% dei voti le elezioni regionali che si sono tenute ieri in Meclemburgo, in Germania. Il gruppo già era alla guida del Land, ma rispetto a cinque anni fa secondo i risultati ufficiali provvisori ha guadagnato cinque punti percentuali. Scende invece l'Unione cristiano-democratica (Cdu) del cancelliere Angela Merkel, che si è fermata al 23,1% dei consensi, contro il 29% ottenuto nel 2006. Bene soprattutto i Verdi, che con l'8,4% entrano per la prima volta nel Parlamento del Land e hanno dunque adesso rappresentanza in tutte le 16 assemblee regionali. Perdono i loro seggi i liberali dell'Fdp, partito minore della coalizione di governo che si è fermato al 2,7%. I nazionaldemocratici (Ndp) di estrema destra arrivano al 6%. Probabilmente aiutati dalla bassa affluenza, al 51,4%, pur perdendo sostegno riescono a confermarsi in uno degli unici due Parlamenti regionali in cui sono presenti.

Attualmente il Meclemburgo-Pomerania Anteriore è guidato da una grande coalizione composta dai socialdemocratici di centro sinistra del governatore Erwin Sellering e dai cristianodemocratici conservatori della Merkel. Sellering potrebbe decidere di andare avanti con l'alleanza Spd-Cdu oppure di formare una nuova coalizione con il partito ex comunista Die Linke, che ha ottenuto circa il 18,4%, coalizione che aveva già guidato il Land fino al 2006. I Verdi dovrebbero entrare per la prima volta nella legislatura, "una vera emozione" secondo il leader nazionale Cem Ozdemir. Quello in Meclemburgo-Pomerania Anteriore è il sesto voto locale di quest'anno in Germania e ora c'è attesa per le elezioni di settembre a Berlino. La coalizione di governo di Angela Merkel esce provata dal test elettorale e in aggiunta nelle prossime settimane la cancelliera dovrà affrontare diverse questioni spinose come le ultime misure di salvataggio dell'eurozona. Negli ultimi mesi i consensi della coalizione sono stati minati dalla discussione sullo spegnimento delle centrali nucleari e dal dibattito sui tagli alle tasse.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata