Germania, Boateng risponde a leader Afd: Posso solo ridere
Per il politico anti-immigrazione i tedeschi non avrebbero voluto il calciatore come vicino di casa

"Posso solo ridere di lui. È triste che una cosa del genere possa ancora accadere oggi. Credo che allo stadio vi siano state risposte abbastanza positive. Ho visto alcuni striscioni in mia difesa". Sono le parole di Jerome Boateng, difensore del Bayern Monaco, in risposta alle dichiarazioni del vice presidente del partito anti-immigrazione Alternativa per la Germania (AfD), Alexander Gauland, che all'edizione domenicale del giornale Frankfurter Allgemeine Zeitung ha detto che "le persone lo trovano bravo come calciatore, ma non vorrebbero Boateng come vicino". In difesa del calciatore anche il centrocampista Sami Khedira, di origini tunisine e capitano della nazionale della Germania, che ha descritto le parole di Gauland come 'scandalose'. Ieri molti tifosi allo stadio di Augsburg, dove la Germania stava giocando contro la Slovacchia, hanno esposto striscioni a favore di Boateng: 'Jerome, siamo tutti vicino a te'. Anche prima della partita, su Twitter, era iniziata una vera e propria gara di solidarietà per il calciatore ghanese.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata