Germania, blitz nel nordovest contro sospetti sostenitori jihad
L'accusa è di sostegno ad organizzazione terroristica all'estero

La polizia tedesca ha effettuato blitz in varie città del Land di Renania Settentrionale-Vestfalia, tra cui Duisburg, Dortmund, Duesseldorf e Toenisvorst, a causa di sospetti legami terroristici di predicatori islamici che arruolerebbero giovani per combattere in Siria e Iraq. Lo ha riferito Westdeutsche Allgemeinte Zeitung, citando la polizia criminale federale. L'accusa è di sostegno ad organizzazione terroristica all'estero.

Alle operazioni hanno partecipato 150 agenti federali e del Land e la testata tedesca riferisce che alcuni obiettivi erano controllati da tempo. Tra essi le strutture dell'agenzia turistica di Hasan C. a Duisburg, che a fianco degli uffici aveva allestito una sorta di classe per corsi islamici. Questo sarebbe il luogo in cui si radicalizzarono i due presunti assalitori del tempio sikh di Essen,  Yussuf T. e Mohammed B. Il proprietario dell'agenzia è sospettato di contatti con la scena salafita e in Siria.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata