Germania, al via sciopero 4 giorni dei macchinisti dei treni

Berlino (Germania), 6 nov. (LaPresse/Xinhua) - Al via nonostante le proteste dei passeggeri e gli appelli del governo lo sciopero record di quattro giorni indetto dai macchinisti dei treni della Deutsche Bahn (Db), la compagnia ferroviaria di Stato in Germania. La protesta è iniziata come previsto ieri pomeriggio con lo stop dei treni merci, mentre da stamattina partono i quattro giorni di sciopero dei conducenti dei treni passeggeri, che si uniscono ai colleghi del settore merci e incroceranno le braccia fino a lunedì.

Prima dell'inizio dello sciopero la cancelliera tedesca Angela Merkel aveva invitato il sindacato Gdl e la Deutsche Bahn a trovare un compromesso e aveva suggerito di rivolgersi a terzi che facessero da mediatori per arrivare alla soluzione del problema. Tuttavia, il Gdl ha respinto la proposta della Db di portare il caso in arbitrato. Il sindacato chiede un aumento salariale del 5% e una riduzione di due ore nella settimana lavorativa per i macchinisti. Gli ultimi negoziati fra le parti sono falliti nel fine settimana. Dopo l'annuncio dello sciopero, il sesto da settembre, il Gdl è stato sommerso dalle critiche dei viaggiatori, stufi delle proteste a ripetizione degli ultimi mesi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata