Germania, ad aprile processo a ex SS 93enne che lavorò ad Auschwitz

Berlino (Germania), 2 feb. (LaPresse/EFE) - Si aprirà in Germania un processo a carico di un ex membro delle SS di 93 anni, sospettato di essere stato complice dell'uccisione di almeno 300mila persone al campo di sterminio di Auschwitz. Lo ha annunciato oggi il tribunale di Lueneburg, nel nord della Germania, spiegando che il processo si aprirà probabilmente il 21 aprile. La procura sostiene che l'uomo, non identificato, abbia prestato servizio ad Auschwitz nel 1944 con l'incarico di etichettare e sequestrare i bagagli dei deportati destinati a finire subito nelle camere a gas perché ritenuti inadatti ai lavori forzati nel campo. Secondo le accuse, l'ex SS sapeva quale sarebbe stato il destino dei deportati a cui confiscava i bagagli e ha quindi contribuito con il suo lavoro alla realizzazione dell'Olocausto. L'accusato, sostiene ancora la procura, lavorò in questo ruolo fra il maggio e il luglio del 1944, periodo in cui arrivarono ad Auschwitz 137 treni, con a bordo circa 425mila deportati provenienti dall'Ungheria, per la maggior parte ebrei. Gran parte di essi fu mandata subito alle camere a gas di Birkenau, il campo di sterminio costruito accanto ad Auschwitz.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata