Gb, finiti posti in treno: leader labour Corbyn viaggia a terra
Il politico ha denunciato che "non ci sono treni sufficienti" per i pendolari

Il leader dei laburisti britannici, Jeremy Corbyn, ha viaggiato in treno seduto sul pavimento di un corridoio per recarsi da Londra a una conferenza a Newcastle, dal momento che non restavano posti a sedere disponibili in classe economica. Lo riportano il Daily Mail e il Guardian, che pubblicano un video in cui si vede il politico a terra nella parte finale del vagone mentre beve un caffè e legge la rivista satirica 'Private Eye'. Nel viaggio, durato tre ore, il leader laburista 67enne ha denunciato che "non ci sono treni sufficienti" e che "questo è un problema che colpisce ogni giorno molti passeggeri".

"È qualcosa che affrontano molti passeggeri ogni giorno nel nostro Paese. Oggi, come avviene molte altre volte, il treno era pieno. Il personale che ci lavora è stato fantastico, e ha lavorato duro per aiutare tutti", ha detto Corbyn. "La realtà è che non ci sono treni sufficienti; abbiamo bisogno di molti più treni. Inoltre sono carissimi", ha proseguito Corbyn, spiegando che ha preferito sedersi a terra piuttosto che comprare un biglietto di prima classe. "È giusto che io posso acquistare un biglietto più caro mentre altri che non possono permettersi questo lusso viaggiano seduti sui corridoi?", ha chiesto. "Alla fine questi sono i soldi dei contribuenti", ha detto ancora.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata