G20, Trump attacca i media. Juncker: No al protezionismo Usa
Parte il vertice ad Amburgo. Il presidente annuncia che lotterà "per gli interessi del mio Paese"

L'Europa che intende lottare contro il protezionismo americano in materia di importazioni d'acciaio e Trump che annuncia di essere ad Amburgo (dove c'è ancora tensione dopo i duri scontri di ieri) per difendere gli interessi americani. Juncker che insiste sulle riforme in chiave antiprotezionistica mentre il presidente Usa fa sapere che "non vede l'ora di incontrare Putin e di partecipare a tutti gli incontri in programma". Il G20 di Amburgo (oggi è arrivato anche il premier italiano Paolo Gentiloni), che parte oggi nella città tedesca si annuncia piuttosto complicato. Ecco il presidente della Commissione Europea: "Se gli Stati Uniti imporranno tariffe punitive sulle importazioni di acciaio, l'Unione europea è pronta a reagire in modo immediato e adeguato". E Juncker va oltre: "Il protezionismo sarebbe la via sbagliata da prendere", gli Stati europei al G20 dovranno "usare l'opportunità di promuovere riforme". 

LEGGI ANCHE Migranti, l'attacco di Tusk al G20: Partner ipocriti, sanzionare trafficanti

Subito polemico con la stampa il presidente americano: "Rappresenterò bene il nostro Paese e lotterò per i suoi interessi - ha detto Trump - I 'fake news media' ("i media delle notizie false") non lo riferiranno in modo accurato, ma non importa!". Il tweet di Trump si conclude con l'affermazione "We will #MAGA!", contenente l'acronimo dello slogan del repubblicano 'Make America great again'. 

Molto meglio, invece, il giudizio di Trump sugli incontri con Polonia e Merkel: "Dopo la Polonia, ho avuto un ottimo incontro con la cancelliera Merkel e poi con il premier Shinzo Abe del Giappone e con il presidente Moon della Corea del Sud". Gli risponde il presidente (polacco) del Consiglio europeo, Donald Tusk riferendosi al sostegno espresso ieri da Trump sui legami transatlantici e la Nato:  "Abbiamo aspettato a lungo queste parole dal presidente Trump, ma la vera domanda è se sia stato un episodio singolo o se sia una nuova politica. Il presidente Trump ieri a Varsavia ha detto che le parole sono facili, ma sono le azioni che contano. Il primo test sarà il nostro incontro qui ad Amburgo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata