G20, Putin: Nessuna fuga, domani lavoro, spero di dormire qualche ora

Brisbane (Australia), 16 nov. (LaPresse/AP) - Nessuna fuga da Brisbane, solo tanti impegni a cui fare fronte da domani. Così il presidente russo Vladimir Putin ha spiegato la sua partenza dalla città che ha ospitato il G20, in Australia, qualche ora prima degli altri leader. "Lunedì - ha detto, poco prima di partire - devo andare a lavorare. Spero di riuscire a dormire quattro o cinque ore. L'ho detto a Tony (Abbott, il premier australiano, ndr) ed è stato molto comprensivo". Putin ha iniziato la sua conferenza stampa finale, durata circa mezz'ora, ringraziando proprio Abbott per aver fornito una "atmosfera positiva, accogliente e buona per lavorare".

Il numero uno del Cremlino è ripartito prima che si tenesse l'incontro tra Barack Obama e i leader europei proprio sulla scottante situazione ucraina. I giornali della New Corp. in Australia hanno scritto che ieri Putin avrebbe preso in considerazione di lasciare il summit prima, a causa del clima gelido nei suoi confronti, ma l'ufficio di Abbott oggi ha confermato che la partenza di oggi, qualche ora prima degli altri leader, era già in programma.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata