Francia, uomo ucciso a Parigi davanti a commissariato: aveva finta cintura esplosiva
E' accaduto a un anno dalla strage di Charlie Hebdo, il giovane avrebbe gridato 'Allah è grande' prima di essere ucciso dalla polizia

Un uomo è stato ucciso di fronte al commissariato di polizia del 18esimo arrondissement di Parigi. Secondo quanto riportano i media, l'uomo aveva cercato di entrare nei locali. L'uomo ucciso dalla polizia davanti al commissariato del diciottesimo arrondissement di Parigi sembrava portare una cintura esplosiva. È quanto riferisce France Info citando una fonte della polizia. Secondo altri testimoni, l'uomo avrebbe cercato di entrare nel commissariato armato di un coltello. La cintura si sarebbe poi rivelata 'falsa'. Lo riporta una fonte del sindacato di polizia. "L'uomo aveva una cintura, ma era falsa. Anche gli artificieri hanno confermato questa versione", ha spiegato la fonte.

ALLAH AKBAR. L'uomo avrebbe gridato "Allah Akbar", "Allah è grande" prima di essere ucciso dalla polizia. Lo ha riferito il portavoce del ministero degli Interni francesi secondo i media locali. Secondo alcuni testimoni l'uomo portava una cintura esplosiva ed era armato di un coltello. "L'uomo potrebbe aver indossato qualcosa simile a una cintura esplosiva", ha dichiarato il portavoce del ministero dell'Interno Pierre-Henry Brandet a Bfmtv. "Che poi la cintura fosse operativa o no, è troppo presto per dirlo", ha aggiunto. Una delle fonti sindacali della polizia ha però riferito che la cintura sembrava essere falsa. "Secondo i nostri colleghi voleva farsi esplodere", ha aggiunto un funzionario del sindacato di Polizia Alternativa. "Ha gridato Allah Akbar e aveva alcuni fili sporgenti dagli abiti. Ecco perché l'ufficiale di polizia ha aperto il fuoco" Esperti artificieri sono sul posto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata