Francia, treni troppo larghi: vanno allargate stazioni, costerà 50 mln

Parigi (Francia), 21 mag. (LaPresse/AP) - Ferrovie francesi nella bufera. Il settimanale Canard Enchainé ha rivelato che, per un errore compiuto dagli ingegneri, 341 nuovi treni sono stati costruiti 20 centimetri troppo larghi e per questo motivo bisognerà ampliare circa 1.300 stazioni per un costo complessivo di 50 milioni di euro. L'errore sarebbe consistito nel non misurare la distanza fra i binari e le banchine. Dopo le rivelazioni del giornale, la notizia è stata confermata dalle ferrovie francesi e dal governo. L'introduzione dei nuovi treni era in programma fra adesso e il 2016. Il presidente del gestore dell'infrastruttura ferroviaria nazionale Réseau ferré de France (Rff), Jacques Rapoport, ha riconosciuto che il problema è stato "scoperto un po' tardi" e il governo ha chiesto l'apertura di indagini interne da parte di Rff e della società ferroviaria Société Nationale des Chemins de fer Français (Sncf).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata