Francia, tre sospetti jihadisti liberi: Parigi accusa Istanbul

Parigi (Francia), 24 set. (LaPresse/AP) - La Francia è sul piede di guerra dopo che tre presunti jihadisti francesi, diretti in Siria, sono stati rispediti a casa dalla polizia in Turchia senza che lo sapessero le forze dell'ordine francesi. Inizialmente, le autorità francesi aveva diffuso la notizia che i tre uomini erano stati arrestati a Parigi all'aeroporto di Orly, per poi smentire. I sospetti erano volati a Marsiglia, superando il controllo passaporti e la dogana. Gli avvocati dei tre hanno fatto sapere che gli uomini non sono in fuga e che sono disponibili a rispondere alle domande della polizia. Uno di loro è l'ex cognato di un estremista, poi ucciso dalla polizia, che ha guidato un attacco terrorista nel sud della Francia due anni fa. Parlando a Radio France, il ministro della Difesa Jean-Yves Le Drian ha parlato di errore enorme dovuto alla mancata collaborazione con le autorità turche.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata