Francia, schedato anche secondo attentatore dell'assalto in chiesa
Secondo il giornale francese Le Point il killer sarebbe un 20enne originario di Saint-Dié-des-Vosges

Il secondo killer di Rouen sarebbe un 20enne originario di Saint-Dié-des-Vosges, una città di 20mila abitanti a 600 chilometri da Saint-Étienne-du-Rouvray, e anche lui sarebbe stato schedato in un fascicolo contrassegnato dalla lettera S, che indica le persone a rischio radicalizzazione. Lo riporta il giornale francese Le Point, secondo cui le iniziali del giovane sarebbero A.M.P. e sarebbe appunto nato nel 1996.  Il primo killer è stato identificato ufficialmente ieri sera dal procuratore di Parigi François Molins: si tratta di un 19enne, Adel Kermiche, che era stato arrestato perché aveva tentato di andare due volte in Siria, l'ultima volta a maggio 2015; Kermiche durante l'attacco indossava il braccialetto elettronico. I due giovani hanno fatto irruzione ieri mattina in una chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray, vicino Rouen: hanno preso in ostaggio il parroco, due suore e due fedeli, e hanno sgozzato il prete; uno dei fedeli è rimasto ferito ma non è più in pericolo di vita. I due killer sono poi stati uccisi dagli agenti. L'attacco è stato rivendicato dallo Stato islamico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata